“TRANSTIBERIM” di Giuseppe Lorin

Sto caricando la mappa ....


Quando
Date(s) - 18/04/2018
Tutto il giorno

Dove
Medina Roma


TRANSTIBERIM il nuovo saggio di Giuseppe Lorin @Medina Roma

“TRANSTIBERIM, Trastevere, il mondo dell’oltretomba” continua il suo tour di presentazioni: Mercoledì 18 aprile alle ore 18,00. Il volume dedicato alla sponda destra del Tevere sarà commentato presso lo spazio dell’arte Medina Roma.

Con l’autore interverranno il giornalista Vittorio Lussana e l’architetto Palma Costabile. L’attrice Chiara Pavoni interpreterà “Le Mantellate” ed il monologo “Mi ascolteranno le stelle. La storia di Hoda” di Michela Zanarella, le cui poesie sono parte integrante del libro.

Letture a cura di Vera Beth e Gian Maria Pantano. Il volume, edito da Bibliotheka, offre una ricca documentazione fotografica e tratta di luoghi, monumenti, strade, personaggi, eventi, targhe, abitazioni, leggende; posti ancora esistenti o scomparsi dall’incommensurabile valore culturale ed artistico; per certi ambiti ancora da riscoprire.

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 06 3225044 – +39 328 4112014

info@elisabettacastiglioni.it

Cocktail offerto da Antico Forno Cotugno 1954 e la La Maison di Bacco

TRANSTIBERIM, Trastevere il mondo dell’oltretomba

La sponda destra del Tevere è sempre stata considerata come la sponda delle anime ed è su questa riva che fin dall’epoca del dominio etrusco – senza tralasciare l’alternanza di governo dell’Urbe tra i Re sabini ed i Re etruschi – avvenivano le sepolture. Ipotesi e supposizioni fanno risalire il Pantheon etrusco su questa riva, così come è ancora visibile. In questa zona, la più antica strada di fattura etrusca, che arrivava ai campi di sale ad Ostia: la via Campana; affiancata da Anco Marzio dalla via del porto e sostituita dall’imperatore Claudio con la via Portuensis; che conduceva ai porti di Traiano, Tiberio e Claudio.

Un’area ricca di illimitata storia intrisa di misteri e segreti che, partendo da Santa Maria in Fons Olei (la storica Basilica di Santa Maria in Trastevere), viene ora narrata con uno stile leggero e inequivocabile da Giuseppe Lorin, autore di alcuni saggi sulla Roma nascosta, in TRANSTIBERIM (sottotitolo: Trastevere, il mondo dell’oltretomba). Uscito l’8 febbraio per Bibliotheka Editore.

Un libro condito da alcune poesie…

…di Michela Zanarella dedicate alla Città Eterna, che tratta con dovizia di particolari e documentazione fotografica. Luoghi, monumenti, strade, personaggi, eventi, targhe, abitazioni, leggende, posti ancora esistenti o scomparsi o da riscoprire. C’è molto  valore culturale e artistico lungo tutta la sponda destra del fiume Tevere, fino alla sua foce. Ma anche un libro denuncia per alcuni luoghi della sponda destra del Tevere dove i simboli storici dei quartieri che si affacciano sul fiume sacro fin dall’epoca etrusca, stanno inesorabilmente scomparendo; a causa dell’incuria e della cementificazione su queste opere magnifiche e storiche.

Il volume, intriso di molteplici curiosità – da segnalare su tutte lo scatto riferito alla prima catacomba ebraica a Transtiberim, che si trovava nei pressi del ponte ferroviario di Ponte Bianco, sulla Gianicolense – è da considerare un’agile guida illustrata che, partendo dalle origini di Trastevere, vuole ricostruirne e renderne al lettore il fascino, non soltanto tramite analisi di tipo artistico-architettonico; ma anche attraverso il racconto di aneddoti che si perdono tra il verosimile e il leggendario; e vicende di personaggi più o meno celebri che hanno legato le loro azioni a questo storico rione.