“Il Mondo Intorno”- Esposizione Collettiva

Sto caricando la mappa ....


Quando
Date(s) - 03/09/2017 - 09/09/2017
Tutto il giorno

Dove
Medina Roma


Il Mondo Intorno dal 3 al 9 Settembre con 4 artisti in mostra presso gli spazi Medina con: Marco Grandelis, Sofia Aparicio, Marco Testasecca e Francesca Antonello. Appuntamento domenica 3 Settembre dalle ore 19:00 per il vernissage d’apertura e l’incontro con gli artisti.

« 1 di 3 »

Artisti “Il Mondo Intorno”:

Marco Grandelis (fotografo “Il Mondo Intorno”), nasce a Castellaneta (Ta) il 21/05/1984. Dopo aver frequentato gli studi classici si laurea in Filosofia presso l’Università di Bari. E intanto cresce la sua passione per la fotografia, inizierà con una reflex analogica per poi passare al digitale. A Roma, dove vive da qualche anno, ha l’opportunità di raccontare per immagini la bellezza e la ricchezza delle diverse culture che vivacizzano la capitale, iniziando una sorta di “viaggio nel colore” attraverso volti, danze, tradizioni. Esporre ”fisicamente” le foto, quasi una resistenza alla fugacità del mondo digitale, è occasione per l’autore di lasciare la testimonianza di un passaggio, di un “esserci stato”. L’immagine si fa presenza viva, contribuisce a tessere il filo di una comune convivenza, suggerisce di non rimanere indifferenti al “mondo intorno”.

L’autore ha inaugurato la precedente mostra “Culture in movimento” presso l’Agenzia Gruppo Europa – Roma Esquilino e negli spazi espositivi della Caffetteria equosolidale “Splash”.

Ha inoltre collaborato con la rivista Piuculture, realizzando un reportage sulle lavoratrici migranti a Roma.

Maracaibo

Sofia Aparicio (pittrice “Il Mondo Intorno), Venezuelana della città di Maracaíbo; raffigura nelle sue opere artistiche bambini Indios dell’ Amazzonia, motivata dall’amore di essere madre del suo primo figlio. Da li l’idea di questi ritratti e di far conoscere la razza e la diversità delle etnie che abitano nell’Amazzonia.

“Guardare negli occhi per la prima volta un figlio. Magicamente entro nel significato della vita…nella sensibilità di guardare negli occhi gli altri bambini e di essere anche la loro madre. Tradurre in opere d’arte è stata la porta per i miei sentimenti nella loro massima espressione. Con una curiosa malinconia verso mio popolo e dolcezza per l’anima di ciò che rappresentano ” (Sofia Aparicio)

Marco Testasecca (pittore “Il Mondo Intorno”), vive e lavora a Roma, dove è nato nel 1962. Per vivere, dipinge in molte tecniche, suona la chitarra, scrive canzoni, testi teatrali e poesie. Ogni sua opera è il risultato comunicativo verso gli esseri umani di un approccio sciamanico all’Universo. Nel tempo dedicato alla sopravvivenza si occupa di ergonomia, formazione e sicurezza sul lavoro. Potrebbe essere definito, insomma, uomo rinascimentale tecnologicamente impegnato. Grazie alle sue attività ha modo di sognare se stesso interagendo e migliorando la percezione delle persone; partecipando con tutto il suo essere alle loro storie di vita, alla loro realtà interiore e ai loro sogni. La sua parola preferita è: “insieme”.

Francesca Antonello (scultrice e designer “Il Mondo Intorno”), è italo-argentina, vive e lavora tra Roma e Birmingham, in Inghilterra. Fin dall’infanzia ha sempre nutrito la passione per la scultura e una grande curiosità per i materiali. Dopo gli studi presso il liceo artistico, ha continuato frequentando la facoltà di Lettere e Filosofia. Un po’ per caso ha seguito un apprendistato di cinque anni come orafa “a bottega”, ha poi continuato approfondendo le tecniche della scultura del legno per tre anni col M° Roberto Mannino. Si è perfezionata nel trattamento artistico dei metalli presso il TAM, polo formativo di eccellenza del M° Arnaldo Pomodoro e, infine, ha conseguito un Master of Arts presso la Birmingham City University.

 

Francesca prima di iniziare ad elaborare un oggetto esplora, come parte integrante del processo creativo, l’individuazione delle curve in tutto ciò che la circonda. Voluttuose, intrecciate e sinuose le linee seguono percorsi che definiscono oggetti oppure, allacciate ad altre curve di elementi confinanti, esse creano forme astratte e singolari da cui l’autrice trae forte ispirazione.

Da diversi anni imprime su metalli, legno e materiali sintetici la sintesi di curve libere e flessuose che rimandano all’organicità del mondo roccioso, eroso e modellato dall’acqua creando sculture e oggetti da indossare.

Dal 2000 le sue opere vengono esposte in mostre nazionali ed internazionali, sia nell’ambito della scultura che del gioiello contemporaneo.

 

Click Here and Follow us on FB!