Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018

Orizzonti Contemporanei
Sto caricando la mappa ....


Quando
Date(s) - 15/12/2018 - 15/01/2019
Tutto il giorno

Dove
Monastero di Sant'Erasmo - Veroli


Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018

Medina partecipa con una sua area alla rassegna artistica ORIZZONTI CONTEMPORANEI: evento collaterale del Premio Art-e 2018. Dal 15 Dicembre 2018 al 15 Gennaio 2019. Il Premio Art-e è ideato e promosso dal SEAC, dall’Accademia delle Arti di Veroli e dalla rivista “InArt-e”. Direttore è Luciano Costantini, con una giuria presieduta da Josè Van Roy Dalì (figlio di Salvador Dalì) e composta da professionisti di valore: http://www.premioart-e.it/il-progetto-premio-art-e-2018/ (nelle due precedenti edizioni hanno presieduto il prof. Claudio Strinati ed il maestro Ennio Morricone). Quest’anno l’exhibition è nella storica e suggestiva cornice del Monastero di Sant’Erasmo a Veroli (FR).

Inaugurazione Orizzonti Contemporanei: Sabato 15 Dicembre ore 18:00.

Gli Artisti – Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018

A-criticArt

A-criticArt è nato il 13 Marzo 1989. Cresciuto in Basilicata, si è trasferito a Firenze, dove attualmente vive e lavora, all’età di 21 anni. Si è laureato in Psicologia Clinica e della Salute all’Università degli Studi di Firenze.

Il suo interesse per la comunicazione e lo studio dell’espressione emozionale ha influenzato la scelta del suo corso di laurea e ha ispirato i suoi dipinti.

Autodidatta, si è sempre dedicato alla creazione di ritratti; i suoi soggetti sono inizialmente ispirati a personaggi e icone del cinema e della musica. La sua vena artistica tuttavia lo ha portato a una ricerca continua, spaziando dalla raffigurazione delle malattie mentali, agli scorci cittadini, alla scomposizione dei soggetti.

Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018

Pixel Alì, tecnica mista su carta, 60×42, 2018

Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018

Pixel Dr. King, tecnica mista su carta, 33×48, 2018

Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018

Demenza, tecnica mista su carta, 60×42, 2018

Adriano Bernetti da Vila – Pittore

Un’attitudine all’arte che sviluppa sin da piccolo ma riscopre solo in età adulta. Cresciuto in una famiglia dove si respirava arte, con un padre artista che gli ha trasmesso la passione per la pittura.

Nature morte, paesaggi, mari e fiori, realizzati soprattutto con la tecnica ad olio, non trascurando qualche acquerello. Osservazione e interpretazione della realtà, con un desiderio di trasposizione in nuova dimensione sulla tela, ma soprattutto in percezione e sentimento per chi la ammira.

I paesaggi ed i mari ch’egli compone contengono la suggestione delle atmosfere naturali. La tavolozza, per scelta, è essenziale, ma esprime una vitalità di effetti, ottenuta come conquista dello spettacolo messo in atto dalla natura. Una pennellata rapida che tuttavia entra intensamente in rapporto con i soggetti, esprimendo una nuova, propria, unica, profondità di sensazioni.
“Il mio modo di dipingere entra profondamente in rapporto con il soggetto, coglie gli istanti di luce, istanti di vita, che altrimenti andrebbero persi. Sperando di suscitare nella percezione di chi osserva un sentimento, un ricordo o semplicemente una sensazione di scoperta.”

“All’inizio è solo tela bianca. Poi un colpo di pennello dietro l’altro, forme, luci, ombre, colori impastati sulla tavolozza, e l’opera prende la “sua” vita. Ogni sguardo, ogni sensazione, ogni esperienza è lì, in una nuova, trasformata, sognante dimensione… negli occhi di chi la guarda”.

Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018

Papaveri, olio su tela, 80×80, 2018

Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018

Vetrina di Parigi, olio su tela, 50×70, 2018

Viviana Di Leo – Fotografa

Nasce e vive a Roma. Ha dipinto, inciso, lavorato la ceramica. Fotografa indagando la propria natura, ascoltando la propria interiorità e cercando, all’esterno, corrispondenze.

Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018

Great Dream of Heaven #1, foto digitale, stampa chimica LAMBDA 1/5 , 40×50, Roma, 2017

Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018

Great Dream of Heaven #2, foto digitale, stampa chimica LAMBDA 1/5,  40×50, Avlona, Karpathos, 2017

Amani Esseili – Designer e Pittrice

Amante dell’arte in tutte le sue forme, Amani Esseili è una giovane designer di interni e artista creativa libanese. È nata e cresciuta a Beirut in una famiglia di artisti ed esperti di arte e design. Il motivo alla base della passione di Amani per l’arte è suo padre, il dott. Ahmad Esseili, professore di storia dell’arte e di pittura.

Sin da quando era piccola, suo padre ha notato il talento artistico di Amani e ha continuato a incoraggiarla a perseguire le sue ambizioni artistiche e a inseguire i suoi sogni. Amani ha iniziato i suoi studi di interior design presso l’Università libanese di Beirut, in Libano. Successivamente, si è trasferita a Milano, in Italia, dove ha continuato a coltivare la sua passione per il design e l’arte nel prestigioso IED (Istituto Europeo di Design) dove ha conseguito la laurea in architettura del design.

Dal 2011, Amani ha lavorato in varie discipline nel campo del design come interior, graphic e jewelry designer; oltre a produrre diverse opere d’arte.

Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018

Freedom, acrilico + collage foglio d’oro, 100×100, 2018

 

Laura Grana – Fotografa

Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018

Presenze, Stampa chimica sistema lambda su carta opaca, 24×36, 2018

Fermo immagine, scattato con cellulare, in una stradina di Peschici, immaginando persone che chiacchierano, stendono il bucato, si siedono a guardare i passanti, entrano ed escono dalla porta; nel secolo scorso come ora. Le presenze sono tangibili, anche se non visibili ad occhio nudo, ed ogni luogo è permeato da esse.

 

Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018

Oltre lo sguardo, Stampa chimica sistema lambda su carta opaca, 30×40, 2018

Uno scorcio del Salento, racchiuso in un riquadro, dove la scala ci porta più in là con lo sguardo. Oltre il riquadro c’è altro, e lo immaginiamo. In un paesaggio onirico, silenzioso, di un silenzio assordante, ma comunicativo, quasi interiore. Lo spazio della nostra memoria e delle nostre emozioni.

Veljko Valjarević – Pittore

Abstract a cura di Annalisa Perriello

Veljko Valjarevic offre allo spettatore un variegato immaginario iconografico, carico di misteri, atrocità, illusioni e realtà. Per realizzare le sue opere, l’artista utilizza tecniche e supporti differenti: inchiostro su carta, olio su tela, piatti e materiali di recupero.

Figure dai tratti per lo più mostruosi e il ripetersi di simboli – come lo scarabeo, ad esempio, che nella tradizione egiziana è simbolo di rinascita o resurrezione, o ancora alberi e croci – che alludono a vicende storiche, religiose e della contemporaneità. E che concorrono a coinvolgere l’osservatore in un viaggio di ricerca introspettivo.

Fondamentale per l’artista è il disegno

…con cui fa esplodere tutta la sua carica visiva: deformazioni caricaturali che, insieme all’utilizzo di colori talvolta contrastanti, amplificano la drammaticità delle scene e dei soggetti rappresentati. Veljko sembra ritornare ad una figurazione primitiva nel tentativo di riscoprire le origini e liberare l’inconscio. Egli riporta la figura umana al centro dell’osservazione, cogliendo un fenomeno irreversibile: il decadimento dell’uomo.

Egli combina e re-interpreta tradizioni artistiche, letterarie e iconologiche di provenienza disparata, ricostruendo una lettura personale della società, dei suoi vizi e della sua storia; il segno dell’artista restituisce immagini che generano emozioni piene di angoscia e paura. Quella di Veljko è un’arte introspettiva che rifiuta il concetto di un’arte piacevole alla vista, e che concentra l’occhio sull’interiorità più profonda dell’animo umano.

Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018

Autoritratto e luna (Autoportret i mesec), olio su tela, 70×70, 2018

 

Orizzonti Contemporanei: evento del Premio Art-e 2018!